Logo BNB

Satira, Umanesimo e Riforma tra Svizzera e Italia

[01.09.2018]

Giovedì 11 ottobre ore 16.30
Milano, Biblioteca Nazionale Braidense, Sala Maria Teresa

Satira, Umanesimo e Riforma tra Svizzera e Italia: il Pasquillus extaticus/Pasquino in estasi di Celio Secondo Curione


Capolavoro della satira anticlericale e riformata, il Pasquillus extaticus di Celio Secondo Curione è una delle più significative e influenti opere della dissidenza religiosa del Cinquecento. Il testo ebbe ampissima diffusione europea, tra élites e classi popolari: dopo una prima redazione in latino, l'opera apparirà in volgare e in tedesco, per poi venire rielaborata dal Curione dopo la fuga in territorio elvetico nel luglio 1542. Il recente volume «Pasquillus extaticus» e «Pasquino in estasi»: Edizione storico-critica commentata, a cura di Giovanna Cordibella e Stefano Prandi (Firenze, Olschki, 2018), ne ha ritracciato per la prima volta le vicende compositive ed editoriali, combinando efficacemente analisi filologica e ricostruzione ambientale. Tale approccio ha permesso di sondare l’opera di un umanista esule religionis causa che intese spesso occultare la propria presenza autoriale.
In occasione della presentazione del libro presso la Biblioteca Braidense, il Centro UNIMI di Storia della Svizzera "Bruno Caizzi" invita i due curatori dell'edizione, Stefano Prandi (Direttore dell’Istuto di Studi Italiani, Università della Svizzera Italiana) e Giovanna Cordibella (Università di Berna), a discutere insieme con Luca D’Ascia (Scuola Normale Superiore) e Guido Dall’Olio (Università degli Studi di Urbino) di satira, Umanesimo e Riforma tra Svizzera e Italia del pieno Cinquecento. Introduce Claudia Di Filippo (Università degli Studi di Milano); modera Paolo Sachet (Università degli Studi di Milano).

Ingresso libero sino a esaurimento posti.