Logo BNB

Giulio Ricordi. L'amico dei musicisti italiani

[02.01.2018]

La Società Storica Lombarda, l’Archivio Storico Ricordi e la
Biblioteca Nazionale Braidense
hanno il piacere di invitarLa alla conferenza che si terrà nella
Sala Maria Teresa della Biblioteca Nazionale Braidense, via Brera 28

mercoledì 24 gennaio 2018, ore 17.00
Luca Formenton e Claudio Ricordi raccontano
Giulio Ricordi. L''amico dei musicisti italiani

È il 1859 e il giovane Giulio Ricordi, non ancora ventenne, scappa di casa per unirsi all’esercito piemontese e dare il proprio contributo all’unificazione d’Italia. È il 1870 e Ricordi scrive a Giuseppina Strepponi, moglie di Giuseppe Verdi, nel tentativo
di convincere “il Maestro” a riprendere in mano la penna: da quella paziente attesa matura il capolavoro di Otello. Nel 1888 Giulio succede al padre Tito I, iniziando a dirigere l’azienda di famiglia e di fatto dando avvio all’età dell’oro di Casa Ricordi.
Lungimirante editore e artista egli stesso, Giulio Ricordi ha realizzato un’impresa senza precedenti: riconoscere i migliori talenti musicali, accompagnarli, consigliarli, promuoverli e con metodo quasi socratico aiutarli a mettere al mondo opere che
non solo hanno fatto un’epoca, ma tuttora costituiscono alcune tra le vette raggiunte dalla creatività umana di ogni tempo.