Logo BNB

Milano, capitale transnazionale del libro fra le due guerre

[29.09.2017]

Promosso da
Ėcole Française de Rome - Institut Français Italia - Istituto lombardo di storia contemporanea - Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori - Centro di studi per la storia dell’editoria e del giornalismo - Dipartimento di studi storici dell’Università degli studi di Milano - Civiche Raccolte Storiche Museo del Risorgimento - Biblioteca Nazionale Braidense

CONVEGNO

Milano, capitale transnazionale del libro fra le due guerre



Milano 18 e 19 ottobre 2017

18 ottobre: Civiche Raccolte Storiche Museo del Risorgimento
Milano, via Borgonuovo 23 orario: 9-13; 14-17


19 ottobre: Biblioteca Nazionale Braidense
Milano, via Brera


La traduzione, intesa nel suo significato etimologico di “condurre oltre confine”, è un elemento importante delle relazioni geopolitiche, oltre che un fattore essenziale nella definizione delle identità culturali.
Per riflettere su queste connessioni fra traduzioni, identità, nazionalismo e internazionalismo, il Convegno si propone di indagare le reti dei trasferimenti culturali in Europa e negli Stati Uniti negli anni fra le due guerre mondiali, prendendo come punto di osservazione la città di Milano, principale fucina editoriale della penisola che contribuì a fare dell’Italia in camicia nera il più grande consumatore di traduzioni al mondo. A quali condizioni, dunque, e in che modo il capoluogo lombardo rimase una finestra aperta sull’Europa e sugli Stati Uniti, contravvenendo il monito fascista di “presidiare le frontiere”? Quali gli attori, italiani e stranieri, che fecero di Milano la capitale transnazionale del libro nell’età del trionfo dei nazionalismi?

Il convegno si articola in due giornate:
Il 18 ottobre: Traduzioni e storia della cultura (ore 9-13) e Attori editoriali a Milano (ore 14-17)
Il 19 ottobre: Asse politico, asse culturale? Germania e Paesi Nordici (ore 9-13) e Dalle “plutocrazie” alla “Russia bolscevica” (ore 14-17) orario 9-13; 14-17